Kobe Bryant, l’elicottero non aveva un sistema di allarme terreno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Gennaio 2020 16:00 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2020 8:40
Kobe Bryant, Ansa

Kobe Bryant, l’elicottero non aveva un sistema di allarme del terreno (foto Ansa)

ROMA – Non aveva un sistema di allarme del terreno l’elicottero che si è schiantato domenica a Calabasas, uccidendo nove persone tra cui Kobe Bryant e la figlia. A rivelarlo sono stati alcuni funzionari del National Transportation Safety Board.

In queste ore intanto gli esperti forensi hanno identificato ufficialmente il corpo del giocatore di basket Kobe Bryant.

L’ex star Nba, 41 anni, è stata identificata dalle sue impronte digitali. Identificati anche due uomini e una donna: sono John Altobelli, 56 anni – allenatore di baseball morto nell’incidente con sua moglie Keri e la loro figlia Alyssa -, il pilota di elicotteri Ara Zobayan, 50 anni, e Sarah Chester, 45 anni. Gli inquirenti stanno ancora lavorando per identificare i cinque morti rimasti, tra cui la figlia di Kobe Bryant, Gianna, 13 anni, che era in elicottero con suo padre.

In volo nonostante le condizioni meteo estreme per la fitta nebbia. L’elicottero, stando alle comunicazioni finali del pilota indicano, secondo gli investigatori, che stava salendo di quota per evitare lo strato di nubi. La fitta nebbia, che aveva indotto il dipartimento di polizia di Los Angeles a lasciare a terra i suoi elicotteri, è indicata come una delle possibili cause della tragedia. 

Le comunicazioni finali del pilota dell’elicottero indicano che stava salendo di quota per evitare lo strato di nubi. Lo riferiscono gli investigatori, aggiungendo che lo schianto ha lasciato una scena devastante.
Il pilota aveva chiesto una autorizzazione speciale a volare nella fitta nebbia pochi minuti prima dello schianto ed era ad un’altezza di 427 metri. Poi aveva richiesto ai controllori di volo di fornire un collaboratore che seguisse il volo ma gli era stato detto che l’elicottero volava troppo basso. Circa quattro minuti dopo, il pilota ha informato che stava salendo per evitare uno strato di nubi. Quando gli è stato chiesto cosa intendeva fare, non c’è stata risposta. Il data del radar indicano che l’elicottero era salito a 701 metri e poi ha cominciato a precipitare verso sinistra.

Fonte: Ansa.