Kobe Bryant, salma identificata dalle impronte digitali. Esami per identificare i resti della figlia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Gennaio 2020 10:24 | Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2020 10:24
Kobe Bryant, salma identificata dalle impronte digitali

Kobe Bryant, salma identificata dalle impronte digitali (Foto ANSA)

ROMA – La salma di Kobe Bryant è stata identificata dalle impronte digitali. Il corpo è stato così riconosciuto tra le 9 salme dell’incidente in elicottero avvenuto domenica 26 gennaio a Calabasas, nella contea di Los Angeles. La salma della figlia Gianna Maria invece non è ancora stata individuata. 

Bryant era a bordo del suo elicottero insieme alla figlia Gianna Maria, John Altobelli, 56 anni (allenatore di baseball deceduto con sua moglie Keri e la figlia Alyssa), il pilota Ara Zobayan, 50 anni, e Sarah Chester, 45 anni. L’ufficio del coroner lavora per identificare le salme delle vittime e al momento è riuscito a identificare il corpo del campione dell’NBA dalle sue impronte digitali. Nell’abitacolo dell’elicottero che dopo l’impatto è andato a fuoco, ci sono ancora cinque corpi tra cui quello della figlia 13enne. 

A provocare l’incidente sarebbero state le condizioni di scarsa visibilità e sembra che il pilota Zobayan stesse volando “ancora troppo basso”, stando all’audio registrato tra il pilota e la torre di controllo che è stato diffuso dai media.  Questa l’ultima frase dell’addetto al traffico aereo prima che le comunicazioni si interrompessero e l’elicottero si schiantasse. (Fonte FanPage)