Moschea a Ground Zero, ‘La Padania’ attacca: “Una vergogna”

Pubblicato il 18 maggio 2010 10:34 | Ultimo aggiornamento: 18 maggio 2010 10:50

Ground Zero a New York

Se le vittime dell’11 settembre si sono infastidite, l’idea di una moschea a Ground Zero arriva a irritare anche il quotidiano leghista “La Padania”. Il giornale sferra un attacco vero e proprio e parla di “un insulto alla memoria” come quella che si sta” progettando di realizzare a Greve in Chianti, paese originario degli avi di Oriana Fallaci.

“Costruire una moschea a Ground Zero è una vergogna, edificarla a Greve in Chianti, paese originario di Oriana Fallaci, è una bestemmia”, scrive il quotidiano della Lega.

“Forse non ci sono altre parole per commentare la dilagante islamizzazione dell’Occidente”. Parafrasando uno slogan dell’estrema sinistra il giornale della Lega scrive che si stanno costruendo “10, 100, 1.000 moschee”: oltre a Colle Val D’Elsa, a Prato e a Grosseto, “dove la lega combatte quotidianamente che luoghi storici degli autoctoni passino nelle mani ai musulmani; arriviamo a Greve dove 734 persone hanno votato contro la nascita di una moschea”.