La regina dei salotti di Malibu salva il leader bosniaco

Pubblicato il 13 Marzo 2010 12:00 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2010 12:00

da: Corriere della Sera

Si stava godendo, da una vetrata mozzafiato, una bella mattinata di sole nella sua villa di Malibu, a picco sul Pacifico: un incanto con quella scaletta in legno che porta alla spiaggia privata dove un cameriere in livrea è sempre pronto a servire il drink. A lei e agli amici: George Clooney, Matt Damon, Scarlett Johansson. Ma la radio l’ ha messa di pessimo umore raccontandole che l’ ex vicepresidente musulmano della Bosnia ai tempi della guerra nei Balcani, era stato arrestato all’ aeroporto di Heathrow a Londra. Sulle testa di Ejup Ganic pesava il massacro di 40 militari jugoslavi nel 1992 e la Serbia ne aveva richiesto l’ estradizione per crimini di guerra. Storia controversa, sospetti demoliti dagli accusatori del tribunale dell’ Aja. Però, Londra, trattati internazionali alla mano, non aveva potuto che fermare il sessantatreenne ex leader bosniaco e portarlo in carcere in attesa di capire meglio che cosa fare. Diana Jenkins, l’ ultima splendida sexy-regina dei salotti di Mayfair, è nata a Sarajevo e il suo cuore batte forte per la patria delle origini abbandonata per cercare riparo dagli orrori dei conflitti etnici. Una tragedia che le ha tolto un fratello più giovane, che l’ ha costretta a scappare ma che le ha dato la forza di rifugiarsi a Londra e di scoprire che la fortuna esiste. La signora, moglie del banchiere Roger Jenkins, lunedì primo marzo, ha…

Leggi l’articolo originale