Las Vegas, a rischio le case chiuse: referendum vuole renderle illegali

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 maggio 2018 22:35 | Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2018 22:35
Las Vegas, a rischio le case chiuse: referendum vuole renderle illegali

Las Vegas (foto Ansa)

LAS VEGAS – Le case chiuse di Las Vegas, città dipinta spesso come capitale mondiale del vizio, potrebbero avere i giorni contati. In Nevada è stata avviata infatti una petizione per un referendum che le renderebbe illegali nelle contee di Nye e Lyon, non lontane dalla città delle luci.

Se il referendum avrà successo sarà chiusa la metà delle case chiuse nel Silver State. Attualmente sono undici le contee in cui la prostituzione è legale con un totale di 21 strutture di questo tipo. Secondo quanto riferisce il Los Angeles Times, la richiesta di chiuderle ha pochi precedenti da quanto la prostituzione è stata legalizzata agli inizi del 20/mo secolo. E paradossalmente, nonostante la prostituzione sia concentrata tra Reno e Las Vegas, nel centro delle due città opera ancora illegalmente.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

Sempre per il Los Angeles Times, lo Stato sta cercando di allontanarsi proprio dall’immagine di capitale del vizio, dove a farla da padrona oltre alla prostituzione sono l’alcol e il gioco d’azzardo, oltre che la marijuana.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other