Las Vegas, a rischio le case chiuse: referendum vuole renderle illegali

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 maggio 2018 22:35 | Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2018 22:35
Las Vegas, a rischio le case chiuse: referendum vuole renderle illegali

Las Vegas (foto Ansa)

LAS VEGAS – Le case chiuse di Las Vegas, città dipinta spesso come capitale mondiale del vizio, potrebbero avere i giorni contati. In Nevada è stata avviata infatti una petizione per un referendum che le renderebbe illegali nelle contee di Nye e Lyon, non lontane dalla città delle luci.

Se il referendum avrà successo sarà chiusa la metà delle case chiuse nel Silver State. Attualmente sono undici le contee in cui la prostituzione è legale con un totale di 21 strutture di questo tipo. Secondo quanto riferisce il Los Angeles Times, la richiesta di chiuderle ha pochi precedenti da quanto la prostituzione è stata legalizzata agli inizi del 20/mo secolo. E paradossalmente, nonostante la prostituzione sia concentrata tra Reno e Las Vegas, nel centro delle due città opera ancora illegalmente.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

Sempre per il Los Angeles Times, lo Stato sta cercando di allontanarsi proprio dall’immagine di capitale del vizio, dove a farla da padrona oltre alla prostituzione sono l’alcol e il gioco d’azzardo, oltre che la marijuana.