Leonardo DiCaprio vittima di stalking, giudice allontana donna che lo ossessionava

Pubblicato il 27 Agosto 2010 22:34 | Ultimo aggiornamento: 27 Agosto 2010 23:01

Povero DiCaprio. Oggi l’attore di Titanic e di tanti film di Martin Scorsese è apparso ben due volte sulle cronache, ma nè in quelle rosa nè in quelle di cinema. Bello e bravo l’attore deve fare i conti con le sue fan e oggi ha toccato con mano i due lati oscuri della celebrità.

Aretha Wilson, la donna che aggredì Leo, sarà processata per ”aggressione con un’arma letale”. La Wilson nel 2005 tentò di sfregiare l’attore col frammento di un bicchiere. L’attore subì ferite al collo e a un orecchio a causa dell’aggressione della donna durante un party. Il giudice, dopo avere visto le foto delle ferite riportate all’epoca dall’attore, ha detto che si era trattato di una aggressione ”molto pericolosa”. Le foto dell’incidente non sono mai state rese pubbliche. La donna rischia fino a sette anni di carcere.

Ecco allora che sempre da di Los Angeles arriva in difesa . Questa volta però è una fan a essere tirata per le orecchie. Livia Bistriceanu, convinta di essere la moglie di DiCaprio e di aspettare un figlio da lui, non potrà avvicinarsi mai più all’attore. Un giudice della Corte Superiore di Los Angeles ha ordinato alla donna di mantenersi tutto il tempo ad almeno 100 metri di distanza dall’attore.