Cronaca Mondo

Medio Oriente, negli scontri in Libano muore un colonnello israeliano

Un tenente-colonnello israeliano è rimasto ucciso oggi negli scontri con l’esercito libanese al confine fra Israele e Libano. Lo hanno confermato fonti militari dello Stato ebraico.

Il generale Gadi Eisenkot, comandante della regione Nord di Israele, ha detto di ritenere che l’odierno scontro a fuoco sul confine col Libano sia “un incidente isolato”. Eisenkot ha poi detto di non sapere cosa si celi dietro l’incidente “premeditato”: se sia stato cioé frutto di un’iniziativa locale o la conseguenza di istruzioni giunti da gradi più elevati.

“Lo si capirà nei prossimi giorni” ha detto l’ufficiale. Ieri il premier Benyamin Netanyahu ha presieduto una preoccupata riunione informale del foro di sette ministri per le questioni politiche e militari, nel corso della quale è stata discussa la tesa situazione interna in Libano e i suoi possibili riflessi sull’area di confine tra i due paesi.

Diversi commentatori israeliani hanno in questi giorni espresso il timore che gli Hezbollah libanesi possano provocare uno scontro con Israele al fine di distrarre l’attenzione del paese e internazionale dall’ atteso annuncio del tribunale internazionale che a quanto pare si accinge ad accusare alcuni esponenti di alto livello degli Hezbollah dell’assassinio del premier libanese Rafik Hariri.

To Top