Libia, autobomba all’ambasciata italiana a Tripoli: nessun ferito

Pubblicato il 11 Giugno 2013 20:28 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2013 20:29
Libia, autobomba all'ambasciata italiana a Tripoli: nessun ferito

Libia, autobomba all’ambasciata italiana a Tripoli: nessun ferito (Foto Ansa)

TRIPOLI – Un‘autobomba è esplosa l’11 giugno nei pressi dell‘ambasciata italiana a Tripoli, in Libia. L’esplosione non ha causato feriti ed ha distrutto un veicolo vicino alla sede diplomatica. La Farnesina ha confermato l’attentato e che nessuno è rimasto ferito. Lo scorso gennaio l’allora console italiano a Bengasi, Guido De Sanctis, uscì illeso da un attacco armato contro la sua auto.

Un funzionario dell’ambasciata ha riferito che “l’autista ha notato un tubo che sporgeva dalla parte posteriore del veicolo”. L’autista e un diplomatico che stava viaggiando con lui sono usciti dal veicolo e hanno raggiunto l’ambasciata, prosegue il giornale. Venti minuti dopo, c’è stata l’esplosione, verso alle 16.30.

“Non è stata una grossa esplosione, probabilmente una bomba alla gelatina, ma ha distrutto il retro dell’auto. Se qualcuno fosse stato all’interno del veicolo in quel momento, sarebbe rimasto ucciso”, ha aggiunto il funzionario.

Le misure di sicurezza dell’ambasciata italiana a Tripoli saranno ”verosimilmente rafforzate”, ha dichiarato la Farnesina. A Tripoli in aprile un’autobomba colpi’ l’ambasciata francese, ferendo un gendarme e alcuni civili libici. Molte ambasciate hanno ritirato il personale non necessario.