Libia, forte esplosione davanti all’hotel di Bengasi dove ieri era Frattini

Pubblicato il 1 Giugno 2011 19:42 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2011 21:29

BENGASI (LIBIA – Una forte esplosione ha scosso uno dei piu’ importantI hotel della citta’ libica di Bengasi, roccaforte dei ribelli anti Gheddafi. Lo affermano testimoni. Si tratta dell’Hotel Tibesti, dive ha sede  l’Ufficio di rappresentanza dell‘Unione europea, inaugurato il 22 maggio scorso dall’Alto rappresentante per la politica estera dell’Ue, Catherine Ashton.

Nello stesso hotel si sono tenute diverse conferenze stampa dei ribelli e il Consiglio Nazionale di Transizione ha avuto i suoi uffici lì.

L’esplosione potrebbe essere stata causata da un’autobomba. Lo ha detto all’ANSA il console italiano Guido De Sanctis.

“Dopo l’esplosione, che e’ avvenuta nel parcheggio davanti all’albergo, si e’ levata una colonna di fumo nera, che poi e’ diventata bianca”, ha detto De Sanctis che ha potuto osservare la situazione dagli uffici del consolato italiano, situati all’ottavo piano di un palazzo vicino all’Hotel Tibesti.

”Molta gente e’ subito accorsa sul posto – ha aggiunto – ma il piano terra dell’albergo e’ coperto dagli alberi e da qui non e’ visibile”.

Ieri, 31 maggio, lo stesso albergo ha ospitato gli incontri del ministro degli Esteri, Franco Frattini, con i leader del Consiglio nazionale transitorio dei ribelli libici, nel corso di una visita lampo del titolare della Farnesina a Bengasi.