Libia, il dossier degli 007: “Seimila profughi pronti a partire per l’Italia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 aprile 2019 10:24 | Ultimo aggiornamento: 14 aprile 2019 14:20
Libia, il dossier degli 007: "Seimila profughi pronti a partire per l'Italia" (fonte Ansa)

Libia, il dossier degli 007: “Seimila profughi pronti a partire per l’Italia” (fonte Ansa)

ROMA – Il dossier degli 007: “Seimila profughi pronti a partire dalla Libia per l’Italia”. Fiorenza Sarzanini del “Corriere della Sera” parla di alcuni report consegnati in questi ore dai servizi segreti al premier Giuseppe Conte. Dossier in cui si parla della “possibilità che ci siano almeno 6.000 stranieri determinati a imbarcarsi pur di sfuggire all’inferno libico”. Tra loro moltissime donne e bambini. Senza tralasciare “i rischi legati al terrorismo, il pericolo che la guerra civile scateni una nuova offensiva dei gruppi legati all’Isis”.

Intanto il Governo italiano mantiene aperto il dialogo sia con il presidente del governo riconosciuto Fayez al Sarraj, sia con il generale Khalifa Haftar in una posizione “dove tutti — sono le parole del Governo riportate dalla giornalista del “Corriere della Sera” — sono a conoscenza del nostro operato e soprattutto dell’attività di mediazione che cerchiamo di portare avanti, consapevoli che un conflitto provocherebbe conseguenze disastrose non soltanto nell’area, ma anche negli Stati del Mediterraneo, primo fra tutti l’Italia”.

E’ salito a 121 il numero dei morti negli scontri in Libia, i feriti sono 561. Lo riferisce l’Organizzazione mondiale della sanità nel Paese nordafricano.

Prosegue l’assedio di Haftar a Tripoli. Si fa sempre più cruenta la battaglia alle porte di Tripoli tra le forze fedeli al governo internazionalmente riconosciuto di Fayez al Sarraj e quelle di Khalifa Haftar. Il decimo giorno della guerra proclamata dal maresciallo è stato segnato da violenti scontri lungo l’asse a sudovest della capitale. Dopo una notte di combattimenti, i soldati dell’uomo forte della Cirenaica hanno sfondato le linee avversarie, avanzando a colpi di artiglieria, missili Grad e sostenuti dai raid aerei.

Fonte: Ansa, Il Corriere della Sera.