Libia: il rimorchiatore italiano ha ormeggiato nel porto di Tripoli

Pubblicato il 22 Marzo 2011 10:00 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2011 10:49

TRIPOLI – Martedì mattina alle 8.30, il rimorchiatore “Asso Ventidue” ha ormeggiato nel porto di Tripoli. Lo rende noto l’armatore. L’equipaggio è stato autorizzato dai militari libici a bordo a contattare familiari e compagnia. ”Confermiamo – sottolineano fonti della società Augusta Offshore – che tutti i membri dell’equipaggio stanno bene. In questi giorni l’attività di Asso Ventidue si è limitata a monitorare le coste libiche. La vicenda non può considerarsi conclusa”.

Una telefonata durate pochi minuti, piena di emozione. Luigi Chiavistelli, il comandante del rimorchiatore, per giorni bloccato in Libia, poco fa è riuscito a chiamare sua moglie: ”Sto bene, non ti preoccupare”.

”Mio marito mi ha riferito che tutto l’equipaggio sta bene – ha spiegato Maria Chiavistelli all’Ansa -, ha detto anche gli hanno restituito il telefono cellulare e che ora potrà chiamarci. Non sa la situazione come si evolverà ma mi ha ribadito più volte di stare tranquilla”. La signora Maria, a Gaeta, da giorni aspettava notizie di suo marito: ”E’ quasi la fine di un incubo. Quando l’ho sentito al telefono sono scoppiata a piangere”.