Libia, il governo Sarraj valuta il rilascio di tutti i migranti detenuti nei centri

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Luglio 2019 16:49 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2019 18:42
Libia, il governo Sarraj valuta il rilascio di tutti i migranti detenuti nei centri

Libia, il governo Sarraj valuta il rilascio di tutti i migranti detenuti nei centri

ROMA – Il governo libico del premier Fayez al Sarraj “dopo il massacro a Tajoura sta considerando il rilascio di tutti i migranti nei centri di detenzione, perché la loro sicurezza non può essere garantita”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Fathi Bashagha, come riferisce The Libya Observer.

Strage, Usa blocca condanna Onu. A proposito della strage, gli Stati Uniti hanno bloccato una dichiarazione del Consiglio di Sicurezza Onu per condannare il bombardamento sul centro di detenzione per i migranti in Libia.

Il Dipartimento di Stato in precedenza ha condannato l’attacco aereo, senza però chiedere il cessate il fuoco. E il nodo potrebbe aver riguardato proprio la richiesta del cessate il fuoco che compariva nel testo elaborato dalla Gran Bretagna (insieme alla condanna del raid e la domanda di tornare al dialogo politico).

5 x 1000

Una posizione in linea, spiegano fonti di Tripoli, con quella del governo di accordo nazionale di Sarraj, deciso ad andare sino in fondo contro il generale Haftar. 

Mosca, “rischio guerra civile su vasta scala”. “Nonostante gli appelli della comunità internazionale in Libia le parti avversarie non stanno dimostrando la disponibilità a fermare lo scontro militare e a sedersi al tavolo dei negoziati: crediamo che in questa situazione la priorità sia fermare lo spargimento di sangue, che potrebbe portare a una guerra civile di larga scala”. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, nel corso del briefing con la stampa. (fonte Ansa)