Libia, tre autobombe vicino a Derna: decine di morti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 febbraio 2015 13:04 | Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2015 13:04
Libia, tre autobombe vicino a Derna: decine di morti

Libia, tre autobombe vicino a Derna: decine di morti

TRIPOLI – Tre esplosioni ad al Qubah, vicino a Derna, nella Libia orientale, hanno fatto trenta morti, forse quaranta, e 120 feriti. Le esplosioni sono state causate probabilmente da delle autobombe. Hanno colpito una sede della polizia, un distributore e una palazzina.

Le esplosioni arrivano dopo che il premier libico riconosciuto, Abdullah al Thani, che risiede a Tobruk, ha rivelato che i gruppi libici collegati all’Isis “continuano a diffondersi e a prendere nuove aree” dopo che “le loro bandiere nere si possono vedere su Tripoli, Sabratha, Sirte e Ben Jawad”. In un’intervista al quotidiano panarabo Asharq Al-Awsat, al Thani accusa i deputati del Congresso nazionale, il parlamento di Tripoli a guida islamica, di “non volere il dialogo” di pacificazione della Libia mediato dall’Onu.

Al Thani ha inoltre lamentato che “da circa un anno non riceviamo armi, munizioni o rifornimenti logistici per combattere questi gruppi” a causa dell’embargo dell’Onu. Il premier ha confermato che i raid aerei egiziani contro l’Isis sono stati condotti “in pieno coordinamento con le leadership politiche e militari” che fanno a capo al suo esecutivo basato a Tobruk.