Libia. Vescovo Martinelli smentisce Frattini: “Mai detto che Gheddafi è ferito”

Pubblicato il 14 Maggio 2011 10:30 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2011 13:19

ROMA – Il vescovo smentisce il ministro degli Esteri: uno è il vicario apostolico di Tripoli, monsignor Giovanni Martinelli, intervistato dal Messaggero e l’altro Franco Frattini che dopo i suoi “leaks” sul rais di Libia Muammar Gheddafi si becca la correzione.

Non ha mai detto che Gheddafi è ferito o fuggito dal Paese, dice il vescovo. ”Mai detto una cosa simile. E’ stata un’affermazione non vera del ministro degli Esteri, con tutto il rispetto che provo per lui”.

”Io personalmente, alcuni giorni fa, rispondendo ad un giornalista al telefono – precisa il vescovo – ho detto che Gheddafi aveva subito una prova molto forte, uno choc, visto che si trovava accanto al figlio e ai nipoti colpiti a morte ma non ho mai affermato che fosse ferito o fosse in partenza”.

Monsignor Martinelli afferma di avere avuto con il leader libico ”un rapporto”, poiche’ Gheddafi ha sempre rispettato la Chiesa cattolica e non capisce perche’ ”non si voglia ascoltare la richiesta di tregua fatta dal Papa e dall’Onu”. ”Queste bombe – conclude – non fanno onore all’Italia”.