Lockerbie, la famiglia di Megrahi fa causa alla Scozia: “Trattato male in prigione”

Pubblicato il 3 Dicembre 2010 14:02 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2010 14:30

Abdelaset al Megrahi

La famiglia dell’attentatore di Lockerbie, Abdelbaset al Megrahi, farà causa per il ”trattamento negligente” a cui è stato soggetto in un carcere scozzese. Lo ha detto il leader libico Muammar Gheddafi in una videoconferenza alla London School of Economics.

Gheddafi ha detto che la malattia di al Megrahi si è aggravata per l’incuria ”intenzionale” da lui subita in carcere. La famiglia di al Megrahi, che è stato rilasciato per ragioni umanitarie dopo che i medici scozzesi lo avevano dato per spacciato per un cancro alla prostata in fase terminale, farà causa cercando un risarcimento in denaro solo dopo la morte del loro congiunto, ha detto il colonnello libico.

”La sua salute non è stata controllata mentre era in carcere. Non è stato sottoposto a test periodici. Gli auguro una lunga vita. Quando fu rilasciato era considerato morto e tuttavia è ancora vivo”, ha detto Gheddafi.

Secondo fonti libiche citate dal Daily Telegraph la richiesta di risarcimento potrebbe aggirarsi sui parecchi milioni di sterline.

[gmap]