Los Angeles, agente di polizia causa tre morti in un incidente. Era ubriaco

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 aprile 2018 6:35 | Ultimo aggiornamento: 26 aprile 2018 19:24
Los Angeles, agente di polizia causa tre morti in un incidente. Era ubriaco

Los Angeles, agente di polizia causa tre morti in un incidente. Era ubriaco

LOS ANGELES – Un agente della polizia di Los Angeles è stato arrestato con l’accusa di aver provocato tre omicidi in un incidente a Whittier a causa di guida in stato di ebbrezza.

Edgar Verduzco, 27 anni, è stato arrestato a casa di un amico a Long Beach con l’accusa di triplice omicidio mentre guidava ubriaco, secondo quanto riferito da California Highway Patrol; inoltre, è stato sollevato dall’incarico, scrive il Los Angeles Times. 

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Verduzco è comparso in tribunale il mattino successivo, con indosso la maglietta blu dei “Dodgers Baseball” e un paio di shorts, gli stessi che aveva al momento dell’arresto. Quando il giudice della Corte Superiore della Contea di Los Angeles, Deborah S. Brazil, gli ha chiesto se avesse compreso le accuse, Verduzco ha risposto sottovoce: “Sì, vostro onore”; se condannato per tutte le accuse rischia il carcere a vita.

Al momento dell’incidente Verduzco guidava ubriaco a bordo della sua Chevy Camaro quando è schizzato sul retro di una Nissan che ha preso fuoco. Il veicolo di Verduzco ha proseguito e colpito una seconda auto ferendo l’autista.

I tre occupanti la Nissan, Mario Davila, 60 anni, la moglie Maribel, 52 anni, e il figlio Oscar, 19 anni sono morti a bordo del veicolo. Poche ore prima dell’incidente, Verduzco, mentre era in un bar, aveva pubblicato su Instagram un video con l’hashtag #Dontdrinkanddrive, non guidare dopo aver bevuto, come riportato da KTLA-TV.

Il post mostra un poliziotto con il distintivo su cui si legge “Verduzco”, sullo sfondo si vede una birra e un uomo arrabbiato all’interno di un veicolo che suona il clacson e urla. Dopo l’incidente, gli agenti con Verduzco non hanno utilizzato un etilometro ma sostenuto che mostrava chiari segni di ubriachezza.