Luka Magnotta, il killer cannibale si sposa in carcere con un rapinatore seriale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Giugno 2017 5:00 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2017 13:58
Luka Magnotta, il killer cannibale si sposa in carcere con un rapinatore seriale

Luka Magnotta, il killer cannibale si sposa in carcere con un rapinatore seriale

MONTREAL – Luka Magnotta è l’attore di film per adulti che nel 2012 ha smembrato il corpo dell’allora fidanzato Jun Li e lo ha mangiato. Il killer cannibale si trova in carcere in Canada dove sconta una condanna all’ergastolo per omicidio, ma nel 2015 la solitudine si era fatta sentire e così ha pubblicato un annuncio matrimoniale su un sito di incontri. Proprio così Magnotta ha trovato il suo nuovo marito e l’ha sposato in carcere: si tratta del rapinatore seriale Anthony Jolin, anche lui condannato all’ergastolo per aver accoltellato a morte un detenuto in prigione.

Federica Macagnone sul Messaggero scrive che i due si sono conosciuti su un sito di incontri e che il prossimo 26 giugno il killer cannibale di 34 anni sposerà il suo fidanzato di 36 anni:

“Come riporta il Montreal Gazette, i due, che si sono conosciuti sul sito d’incontri per detenuti Canadian Inmates Connect Inc., si sposeranno il 26 giugno nella prigione di Port-Cartier: la madre di Luka, Anna Yourkin, farà da testimone. Le nozze non finiranno con una torta o un piccolo party, né tantomeno con un bacio celebrativo: come hanno ricordato le autorità, i detenuti possono sposarsi, ma non consumare l’unione, visto che non è consentita loro alcuna forma di attività sessuale.

Luka spera comunque di poter uscire dal penitenziario di Archambault nel 2037: la sua condanna all’ergastolo, infatti, prevede la possibilità di una libertà condizionale dopo 25 anni. Nell’annuncio pubblicato due anni fa si dichiarava interessato a trovare un partner maschio bianco e in forma tra i 23 e i 38 anni. «Cerco un uomo fedele – scriveva – preferibilmente educato, finanziariamente ed emotivamente stabile per un rapporto a lungo termine. Chi pensa di poter essere il mio principe azzurro mandi una lettera dettagliata con almeno due foto. Risponderò solo a chi riterrò compatibile»”.