Nuova Zelanda: distrutto manifesto della Madonna col test di gravidanza

Pubblicato il 20 Dicembre 2011 15:05 | Ultimo aggiornamento: 20 Dicembre 2011 15:05

La foto del cartellone che è stato distrutto

AUCKLAND – Vi ricordate della chiesa neozelandese che il 14 dicembre aveva creato un cartellone per Natale che mostrava la Madonna con un test di gravidanza positivo in mano? Beh domenica scorsa Arthur Skinner, membro del “Gruppo dei cristiani cattolici” di Auckland lo ha prima sfregiato e poi rotto in due pezzi. Poche ore dopo la distruzione del manifesto 100 membri dello stesso gruppo, sotto una pioggia battente, si sono riuniti davanti al poster sfregiato e in ginocchio hanno cominciato a pregare.

Il fervente cattolico non si è pentito della sua azione, ma anzi, ammonisce che se il cartellone sarà riesposto, lui tornerà a distruggerlo: “Il poster è qualcosa di satanico – dichiara al New Zealand Herald – È l’attacco finale di Satana che si scaglia contro il suo peggior nemico, la Vergine Maria”.

Per Skinner la chiesa anglicana di St Matthew’s in the City è un covo di eretici: “È gestita da un gay e da una lobby femminista – continua il membro del gruppo cattolico neozelandese – Essi affermano di essere cristiani, eppure hanno messo un’immagine blasfema della Madonna, attaccando la sua verginità e il fatto che lei sia la madre di Cristo, il Dio fattosi uomo”.