Cronaca Mondo

Malawi, tentano di linciare presunti vampiri: 140 persone arrestate

malawi-vampiri

Presunti vampiri a rischio linciaggio in Malawi (foto d’archivio Ansa)

ROMA – In Malawi la polizia ha arrestato 140 persone inferocite che hanno linciato dei presunti vampiri. A Blantyre, nel corso dell’episodio di giustizia sommaria hanno perso la vita otto persone, tra cui due uomini. A uno hanno dato fuoco e un altro è stato lapidato, secondo quanto riferito dalla polizia.

Altre due persone sono state arrestate per aver minacciato di succhiare il sangue degli abitanti ma gli agenti affermano che non ci sono report medici di vampirismo. Le esecuzioni fai da te, sono iniziate con l’omicidio di tre persone accusate dalla folla di vampirismo.

I leader del Malawi meridionale sostengono che le voci della presenza di vampiri hanno preso il via nel confine con il Mozambico, poi sfociate in aperta violenza. In Mozambico, i manifestanti hanno preso di mira la polizia poiché ritengono che protegga i vampiri e aiutato a scappare dalla città un amministratore locale. Gli abitanti del villaggio, credono che il vampirismo sia un rito praticato da alcune persone per diventare ricche e che non riescono a catturare i vampiri poiché hanno poteri magici.

Se queste comunità credono nelle “misteriose e magiche spiegazioni a quanto accade, le persone tendono ad attribuire le colpe delle loro difficoltà ai vampiri” ha affermato il dott. Chioza Bandawe, psicologo clinico all’Università del Malawi.

James Kaledzera, portavoce della polizia nazionale del Malawi, ha detto alla BBC che nelle aree colpite, sono state aumentate le pattuglie della polizia e che “arresteranno chiunque abbia partecipato agli omicidi”. È stato imposto un coprifuoco in alcune zone del sud, e all’inizio di ottobre, l’ONU ha ordinato al personale di trasferirsi in aree più sicure.

Il presidente Peter Mutharika, che ha visitato le zone interessate, ha promesso di indagare sugli omicidi.
Molte agenzie umanitarie e organizzazioni non governative sono presenti in Malawi, uno dei paesi più poveri del mondo.
Il livello d’istruzione è basso ed è diffusa la credenza nella stregoneria. La giustizia sommaria legata alle voci di vampirismo è scoppiata nel 2002.

To Top