Maldive, gestire una libreria sulla spiaggia: l’offerta di lavoro da sogno. Come candidarsi

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 31 Luglio 2019 18:43 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2019 18:47
Maldive, gestire una libreria sulla spiaggia: l'offerta di lavoro da sogno. Come candidarsi

Uno scorcio delle Maldive (foto ANSA)

ROMA – Immaginatevi scalzi, su una spiaggia bianchissima. Immaginatevi a chiacchierare con sofisticati milionari di letteratura di viaggio, di avventura, di esplorazioni, dell’anima e della ricerca di sé. Immaginate davanti a voi la distesa cristallina del mare delle Maldive e alle vostre spalle una piccola, remota ma molto ben frequentata libreria. Ora immaginate di essere pagati per godere di tutto questo. Non molto, certo, ma i ‘benefit collaterali’ sarebbero tali e tanti da far dimenticare la venalità del portafoglio.  

Ora, se la cosa vi interessa, la posizione è ancora aperta: nella piccola bottega che Philip Blackwell, rampollo della famiglia di librai, ha deciso di aprire nel lussuoso resort ecologico di Soneva Fushi alle Maldive.

“La retribuzione è irrisoria, ma i benefici marginali sono ineguagliabili”, ha detto Blackwell al Guardian. “È un lavoro da sogno per molte persone. Se avessi 25 anni, lo farei. “

Il candidato prescelto dovrà essere a disposizione per un minimo di tre mesi, durante i quali dovrà scrivere “un blog divertente e vivace che cattura la vita estenuante di un libraio di un’isola deserta”. E, ovviamente, socializzare con le celebrità e i loro amici in visita nel resort da 20mila euro a notte (ma ci sono singole da poco meno di duemila, volendo).  Il candidato dovrebbe avere “una passione per i libri, la capacità di coinvolgere gli ospiti di tutte le età”, essere in grado di intrattenere i bambini con la narrazione e organizzare corsi di scrittura creativa per gli ospiti.

“Vogliamo qualcuno che sia creativo e stimolante e che possa avere più persone per condividere il piacere della lettura, che è ciò che le persone amano fare in vacanza”, ha detto Blackwell.

Non una persona ordinaria, quindi, che dovrà avere a che fare con una clientela e una collezione altrettanto straordinarie. Il negozio avrà sugli scaffali un mix di libri che riflettono l’ambiente locale, compresa la colorata vita marina, oltre a titoli che riflettono gli interessi dei turisti facoltosi. “Sono persone altamente istruite, curiose, che vogliono rilassarsi e allontanarsi dalle cose, ma anche pensare un po’ meglio a se stesse”. Per questo ci saranno molte prime edizioni, volumi introvabili e altri che solo chi ha soldi da spendere senza troppo penare può permettersi.

La libreria è un esperimento per Blackwell, che ha abbandonato la gestione della catena di negozi britannici che porta il suo nome nel 2006 dopo che la famiglia ha venduto l’azienda. Il negozio del resort è un’estensione della sua libreria Ultimate, creata quasi per caso mentre viaggiava per il mondo dopo aver lasciato la società. Dato che era difficile trovare letture adeguate durante le sue vacanze, ha avuto l’idea di creare una catena di librerie per gli hotel-resort. Ora ha più di 250 progetti in tutto il mondo, tra cui oltre 30 hotel e resort di lusso, oltre a una nave da crociera, una riserva di caccia del Kenya e un club privato ​​a Londra.

Per inviare la propria candidatura accedere a questo link: https://www.barefootbookseller.com/apply.

(fonte AGI)