Mali, strage nell’hotel: 19 morti, uccisi due terroristi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Novembre 2015 10:37 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2015 17:52

BAMAKO – Sono 19 le vittime dell’attacco terroristico di venerdì 20 novembre a Bamako, in Mali, a cui si aggiungono due terroristi uccisi. I feriti sono sette (in precedenza le cifre fornite erano di 27 ostaggi uccisi e 13 terroristi eliminati dalle forze di sicurezza). È questo il bilancio della strage nell’hotel Radisson Blu, sferrato da Murabitun, gruppo che era di Al Qaeda e poi confluito forse in Isis. Le cifre sono state confermate dal presidente del Mali, Ibrahim Boubacar Keita. Il capo di Stato ha decretato lo stato di emergenza in tutto il Paese per dieci giorni e tre giorni di lutto nazionale.

Tra le vittime dell’attacco jihadista contro il lussuoso albergo di Bamako, ci sono cittadini russi e 3 cinesi, dirigenti di una compagnia statale di Pechino. Morta anche una donna americana, Anita Ashok Datar, 41 anni, di origine indiana. Madre di un bambino, lavorava per il Palladium Group, un’organizzazione che si occupava di cooperazione nel campo della salute della donna (foto gallery Ansa).