Malta, 4 ore di black out nell’arcipelago il 23 dicembre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Dicembre 2019 11:55 | Ultimo aggiornamento: 23 Dicembre 2019 14:17
Malta, blackout 23 dicembre: senza energia tutto l'arcipelago

Foto archivio ANSA

LA VALLETTA – Malta rimane di nuovo senza corrente elettrica. La mattina del 23 dicembre a partire dalle 7,30 un black out generale ha colpito tutto l’arcipelago. Poi l’EneMalta ha fatto sapere che il guasto è stato riparato e l’elettricità ripristinata dopo 4 ore di interruzione.

Si tratta del secondo in circa un mese, il precedente avvenne a fine novembre nel giorno in cui furono costretti alle dimissioni il capo di gabinetto del primo ministro, Keith Schembri, ed il ministro del Turismo (nonché ex responsabile dell’energia) Konrad Mizi, al termine di una drammatica riunione del consiglio dei ministri.

All’epoca EneMalta comunicò che il problema era dovuto al lato italiano dell’interconnessione con l’Italia. Oggi la società elettrica ha reso noto che suoi tecnici sono al lavoro “per individuare le ragioni” del guasto. Ogni attività nel Paese è ferma: negozi e bar sono per lo più rimasti chiusi, non funzionano i semafori e le strutture che ne sono dotate si approvvigionano con gruppi elettrogeni. Problemi anche alle comunicazioni telefoniche e cellulari.

EneMalta ha comunicato di aver ripristinato la corrente dopo il black-out durato oltre quattro ore. L’azienda ha fatto sapere in una nota che “l’interruzione è stata causata dall’interconnessione con la rete elettrica italiana”, come già successo a fine novembre.

La centrale termoelettrica di Malta, attorno alla cui progettazione e realizzazione è nato lo scandalo rivelato da Dafne Caruana Galizia, è stata inaugurata due anni fa ma tuttora evidentemente non è in grado di sostenere le necessità dell’isola. Direttore generale e realizzatore della centrale era lo stesso Yorgen Fenech arrestato e accusato di essere il mandante dell’omicidio della giornalista. Fenech proprio il 23 dicembre è tornato in tribunale per una nuova udienza. (Fonte ANSA)