Troppo freddo negli Usa: la neve rallenta anche Obama

Pubblicato il 27 Gennaio 2011 1:03 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2011 1:04

L’ondata di maltempo che sta attraversando la costa nordorientale degli Stati Uniti ha rallentato anche il presidente, Barack Obama. Di ritorno a Washington dal suo viaggio a Manitowoc, in Wisconsin, l’Air Force One di Obama è regolarmente atterrato alla base aerea di Andrews, alle porte di Washington. A causa della neve però il convoglio di auto che solitamente accompagna gli spostamenti presidenziali ci ha messo molto più del previsto per percorrere la ventina di chilometri che separano Andrews da Washington, e nel corso del rientro la colonna d’auto si è spezzata.

Il pool di reporter al seguito di Obama ha riferito che il convoglio presidenziale è stato costretto a procedere con lentezza estrema. Obama ha potuto constatare di persona quante fossero lungo le strade le auto finite fuori carreggiata dopo essere scivolate sul ghiaccio. A causa della neve, anche le auto del convoglio presidenziale non sono riuscite a rimanere unite: la colonna, fatto rarissimo per quanto riguarda gli spostamenti del presidente americano, si è spezzata per alcuni chilometri, per poi tornare ad unirsi una volta entrata in città.