Mamma tenta di sgozzare Pitbull che intrappola la testa della figlia: la piccola muore

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 novembre 2018 16:42 | Ultimo aggiornamento: 3 novembre 2018 16:42
Il Pitbull che ha ucciso Triniti

Il Pitbull che ha ucciso Triniti

WILSON – La piccola Triniti è morta a solo un anno per colpa del cane di famiglia che le ha intrappolato la testa nella sua bocca. Sua mamma ha provato a salvarle la vita chiamando con telefono il numero unico delle emergenze ma non c’è stato niente da fare. Il dramma familiare è avvenuto a Wilson nel Nord Carolina, Stati Uniti.

“Ho bisogno di aiuto – inizia la telefonata in lacrime Miranda Brooke Harrell, la mamma di Triniti – il cane sta attaccando mia figlia”.  La vicenda è stata registrata dal centralino del 911 che la donna ha chiamato chiedendo aiuto. L’operatore suggerisce alla donna di provare ad aprire la bocca del cane colpendolo in testa. La donna lo fa e non ottiene nessun risultato.

Dall’altra parte del telefono allora le viene suggerito un altro rimedio ben più estremo: rientrare in casa alla ricerca di una lama, di quelle da bistecca: “Non posso lasciare mia figlia qui da sola” spiega Miranda all’operatore che però controbbatte spiegando che servono 30 secondi per  prendere un coltello. La mamma lo fa e segue le indicazioni dell’uomo del 911: il cane deve essere preso per un orecchio. Il coltello taglierà la gola all’animale che così lascerà la presa.  

La donna scopre però che la lama del coltello è poco affilata e non riesce a uccidere il cane. Il Pitbull di 6 anni, a questo punto viene ucciso dalla pistola di uno degli agenti di polizia che sono giunti sul luogo. Per Triniti però è troppo tardi: la bambina è ancora viva e viene portata in ospedale dove morirà dopo una settimana di agonia.