Mangia del salmone crudo e si ritrova con un grosso verme solitario nello stomaco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 gennaio 2018 7:33 | Ultimo aggiornamento: 19 gennaio 2018 23:32
salmone-nigiri

Mangia del salmone crudo e si ritrova con una tenia nello stomaco

ROMA – Un uomo di Fresno, in California, si è recato dal medico dopo che per mesi aveva sofferto di tremendi mal di pancia e svariati attacchi sanguinolenti di diarrea. Così alla fine si è deciso ad andare dal medico, il dottor Kenny Banh, che ha raccontato come il paziente sia entrato in ambulatorio lamentando un gran male all’addome e chiedendo di essere sottoposto “ad un test per i vermi”. Un’autodiagnosi che ha un po’ insospettito Banh, finché l’uomo non ha aperto un sacchetto della spesa che aveva con sé.

“Ha tirato fuori un rotolo di carta igienica e attorno c’era avvolta quello che sembrava essere una gigantesca tenia”, ha detto il medico. Secondo Banh, il verme solitario misurava oltre 1,6 metri. A quel punto lo specialista ha sottoposto il paziente ad una serie di domande per provare a capire da dove fosse venuta fuori.

Quando l’uomo ha detto: “Mangio salmone crudo quasi ogni giorno”, Banh ha fatto le sue valutazioni. L’infezione da “tenia del pesce” si verifica dopo l’ingestione di larve di Diphyllobothrium, trovate in pesci di acqua dolce, proprio come il salmone, ma anche il pesce marinato o affumicato, è in grado di trasmettere il verme. I casi sono aumentati nelle aree più povere a causa di servizi igienici non adeguati, ma si è verificato un incremento anche nei Paesi più sviluppati per il consumo elevato di sushi e sashimi.