Manichini che sanguinano per “sfogare” la violenza: c’è la ex girlfriend e Obama

Pubblicato il 9 Maggio 2013 14:55 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2013 14:55
Manichini che sanguinano per "sfogare" la violenza: c'è la ex girlfriend e Obama

Manichini che sanguinano per “sfogare” la violenza: c’è la ex girlfriend e Obama

ROMA – Manichini che sanguinano una volta colpiti. Questi i prodotti della Zombie Industries che servono per esercitarsi con le armi da fuoco o per “divertirsi”. C’è il manichino che somiglia ad una donna, la “ex girlfriend”, per sfogarsi del tradimento o della separazione.

C’era anche il manichino “Obama“, presentato alla National Rifle Association, convention della lobby americana delle armi e subito ritirato dal mercato per le forti critiche ricevute. Una linea di 15 personaggi “zombi” di materiale sintetico su cui “allenarsi” e sfogare la violenza. Proprio per questo motivo i prodotti sono stati criticati per incitamento alla discriminazione e alla violenza sulle donne.

La Zombie Industries, che produce la “ex girlfriend” dando fattezze di donna con maglia scollata e seno in vista, si è difesa: “Discriminare le donne evitando di rappresentarle sarebbe stato sessista”. Una giustificazione che non è piaciuta, proprio perché le donne sono già le prime vittime della violenza domestica negli Stati Uniti, dove un terzo degli omicidi è consumato da ex fidanzati che uccidono le proprie ex compagne.

Nonostante le forti polemiche i manichini che sanguinano restano un prodotto che viene facilmente piazzato sul mercato, spiega la Zombie Industries che continua a parlare di “rispondere ad una precisa domanda dei suoi clienti”. Domanda che alimenta però quella violenza, verso la propria ex fidanzata o verso chi è diverso, che si vorrebbe debellare dalla società.