“Manuel Fangio era mio padre”: a un pensionato argentino con la minima 10 mln $ dell’eredità

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 giugno 2018 12:31 | Ultimo aggiornamento: 28 giugno 2018 12:31
"Manuel Fangio era mio padre": a un pensionato argentino con la minima 10 mln $ dell'eredità

“Manuel Fangio era mio padre”: a un pensionato argentino con la minima 10 mln $ dell’eredità

ROMA – Ruben Vasquez, ferroviere argentino in pensione, è stato dichiarato erede del cinque volte campione di Formula Uno Juan Manuel Fangio, suo padre, che gli permette di rivendicare diritti su un pezzo di una fortuna che è stimata da più 50 milioni di dollari. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Si parla di una decina di milioni in dollari. Ruben, 76 anni, che conosceva il leggendario pilota argentino come suo “padrino”, è stato riconosciuto dalla giustizia del Paese come figlio dello sportivo, anche se non è l’unico.

Nel 2015 la giustizia ha infatti riconosciuto figlio del pilota, morto nel 1995 all’età di 84 anni, anche Oscar Fangio, grazie a uno studio sul Dna. Ruben è sposato, ha tre figli e sette nipoti. “Sono molto felice, la firma del giudice è stata una cosa molto speciale, qualcosa che stavo aspettando”, ha detto Vasquez al Clarin. La decisione della corte ha posto fine a una controversia durata 13 anni.

Ruben Vasquez è nato a Balcarce, la stessa città natale del pilota di Formula Uno, nel 1942, ma vive nella località di Canuelas da quando aveva 9 anni. Secondo il Clarin, la storia è stata raccontata a Ruben da sua madre, Catalina Basili, morta nel 2012 a 103 anni. La donna ha lasciato tutto per iscritto davanti a un notaio: nel documento, ha dichiarato che suo figlio Ruben era il risultato di un rapporto con il pilota Fangio, con il quale aveva avuto una relazione negli anni ’40.