Marbella Ibarra torturata e uccisa, era la pioniera del calcio femminile in Messico

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 ottobre 2018 12:20 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2018 12:20
messico marbella ibarra

Messico, Marbella Ibarra trovata morta

ROMA – Una delle principali promotrici del calcio femminile in Messico, Marbella Ibarra, è stata assassinata. Il suo cadavere, che mostrava segni di tortura, è stato trovato avvolto in un telo di plastica a Rosarito.

Ibarra, 44 anni, fu la fondatrice della prima squadra di calcio femminile professionistica messicana, lo Xolas de Tijuana. La donna era scomparsa lo scorso mese e la famiglia si era sempre detta convinta si trattasse di un sequestro.

Le autorità hanno disposto l’autopsia sul corpo per accertare le cause della morte: il caso viene comunque trattato come omicidio. Ibarra aveva mani e piedi legati e sarebbe stata selvaggiamente picchiata. il decesso risale con ogni probabilità a venerdì scorso, ma il suo corpo è stato ritrovato lunedì.