Marijuana legalizzata in Canada anche per uso ricreativo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 giugno 2018 13:32 | Ultimo aggiornamento: 20 giugno 2018 13:32
Marijuana legalizzata in Canada anche per uso ricreativo

Marijuana legalizzata in Canada anche per uso ricreativo

ROMA – Il Parlamento canadese ha approvato la legge che legalizza la marijuana per uso ricreativo a livello nazionale: il Cannabis Act, riporta la Bbc online, è passato al Senato con 52 voti a favore e 29 contrari. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] I canadesi potranno acquistare e consumare legalmente la marijuana già da settembre. Si tratta del secondo Paese a livello mondiale dopo l’Uruguay a legalizzare la marijuana per uso ricreativo, il primo paese del G7.

“E’ stato fin troppo facile per i nostri ragazzini prendere marijuana – e per i criminali mietere profitti. Oggi abbiamo cambiato. Il nostro piano per legalizzare e regolare la marijuana è passato in Senato. #Promessamantenuta”. Così il premier canadese Justin Trudeau su Twitter commentando l’approvazione definitiva della legge sulla cannabis in Canada.

Benedetto Della Vedova: “Legalizzare si può”. “Legalizzare la cannabis si può, anche in un Paese del G7. Il Canada di Trudeau ha infatti approvato in via definitiva la legge che regolamenta la coltivazione, la vendita e l’uso per scopi ricreativi della marijuana. Un mercato criminale, libero e senza regole verrà sostituito da un mercato legale e regolato, esattamente come avviene con altre droghe legali come alcool e tabacco, che sono controllate, disincentivate e tassate”. Lo scrive su Facebook il presidente di Forza Europa, Benedetto Della Vedova, che nella scorsa legislatura fu promotore dell’intergruppo parlamentare Cannabis Legale.

“Con la legalizzazione, i canadesi avranno più forze di polizia e tribunali per il contrasto di crimini gravi per la libertà e la proprietà delle persone, e – sottolinea Della Vedova – ci saranno maggiori risorse per il bilancio pubblico. Sta succedendo anche negli USA, dove sempre più Stati stanno abbandonando il fallimentare modello proibizionista. Legalizzare si può, e dunque si deve, come misura di buon governo. Per avere più legalità, togliere denaro alle mafie e – conclude – metterlo sul bilancio pubblico”.