Marito la tradisce ma nega, lei spia la email per dimostrare che è vero. Assolta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Dicembre 2014 20:47 | Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre 2014 20:47
Marito la tradisce ma nega, lei spia la email per dimostrare che è vero. Assolta

Marito la tradisce ma nega, lei spia la email per dimostrare che è vero. Assolta

ISTANBUL – Il marito la tradiva ma diceva a familiari e parenti che non era vero, che erano tutte bugie della moglie. Così lei, per dimostrare di avere ragione, è entrata nella sua casella email. E il giudice l’ha assolta dall’accusa di violazione della corrispondenza. La Corte d’Appello di Istanbul ha così confermato la sentenza di primo grado sul caso di una donna denunciata dal marito.

Secondo il giudice, la signora è entrata nella casella di posta elettronica del coniuge soltanto per difendersi dalle accuse nei suoi confronti: dimostrando l’infedeltà del marito, infatti, avrebbe provato anche la propria innocenza alla famiglia. Per il giudice, quindi, il fatto non viola l’obbligo di riservatezza delle comunicazioni personali.

Solo un mese fa lo stesso tribunale si era espresso in un caso simile con una sentenza molto diversa. In quell’occasione un uomo aveva chiesto il divorzio mostrando un video filmato in casa durante una lite domestica. Il giudice aveva stabilito che il diritto alla privacy vale anche in casa, tra coppie sposate. E quindi quel filmato non era stato accettato come prova.