Mark Karpeles, arrestato dalla polizia giapponese il re dei BitCoin

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 agosto 2015 12:37 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2015 12:39
Mark Karpeles (foto Ansa)

Mark Karpeles (foto Ansa)

ROMA – Il re dei bitcoin, Mark Karpeles, numero uno di Mt.Gox, la piattaforma fallita della moneta digitale, è stato arrestato in Giappone per il sospetto di aver gonfiato i suoi conti facendo leva sul presunto attacco hacker che ha gravemente danneggiato la reputazione della moneta virtuale.

La società, la Mt.Gox, prima di dichiarare bancarotta lo scorso febbraio, rappresentava la principale piattaforma di compravendita di Bitcoin al mondo. Mark Karpele è accusato di essere il responsabile della scomparsa di centinaia di milioni di dollari di moneta virtuale. econdo gli investigatori, il dirigente ha avuto accesso al sistema informatico di compravendita dei Bitcoin e ha falsificato alcuni dati, modificando il saldo. Karpeles aveva detto che la perdita di valore dei Bitcoin era stata causata da un bug, ma poco dopo aveva dichiarato la bancarotta della sua società.