Mark Zuckerberg immortalato mentre raccoglie feci del cane: fotografo inglese costretto a non pubblicare le foto

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 aprile 2018 7:00 | Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2018 23:53
Il fotografo inglese Nick Stern che ha accusato Mark Zuckerberg

Mark Zuckerberg immortalato mentre raccoglie feci del cane

LONDRA – Il fotografo inglese Nick Stern accusa Mark Zuckerberg di essere “incredibilmente ipocrita”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano e Ladyblitz in queste App per Android. Scaricate qui Blitz e qui Ladyblitz.

Qualche anno fa, ha riferito Stern, è stato scortato al quartier generale di Facebook dalle guardie di sicurezza e accusato di aver violato la privacy di Zuckerberg per aver scattato foto che lo ritraevano mentre toglieva i bisogni dei cani da una strada pubblica.

Il fotografo, che vive a Los Angeles, ha dichiarato di essere rimasto sbalordito quando, nell’aprile 2011, è stato avvicinato da una guardia di sicurezza alla guida di una golf-buggy, mentre lui era seduto in macchina su una strada pubblica, ed è stato costretto a raggiungere il quartier generale di Facebook a Palo Alto, in California.

Aveva scattato alcune foto dell’amministratore delegato di Facebook mentre camminava in pubblico, nelle vicinanze della sua abitazione, con il suo cane e la fidanzata Priscilla Chan, alcune delle quali sono state pubblicate sul Daily Mail.  Il più giovane miliardario al mondo, si dimostrò un proprietario di cani responsabile: prese un sacchetto di plastica e pulì i bisogni del cucciolo Beast.

La settimana precedente, Zuckerberg, 33 anni, aveva pubblicato foto similari delle disavventure di Beast sul profilo Facebook del suo cane, durante una visita per il lancio del nuovo data center di Facebook, a Pineville, in Oregon. La didascalia diceva: “Mark mi ha portato a vedere il nuovo data center di Facebook e l’ho battezzato facendo pipì sul pavimento. Quella pozzanghera in basso a sinistra è tutta colpa mia”. Facebook, preoccupato di non far scattare altre foto di Zuckerberg ha inviato la sicurezza per trovare il fotografo Nick e “convocarlo” al  quartier generale.

Stern, originario di Hertford nel Regno Unito, ha raccontato di essere stato avvicinato da una guardia di sicurezza nella golf-buggy e detto al fotografo di guidare verso la sede principale di Facebook a Palo Alto. L’adetto alla sicurezza ha seguito l’auto fino al parcheggio, dove è stato scortato nei locali e incontrato due dirigenti di Facebook,  Debbie Frost, che era a capo della public policy e Jonathan Thaw del dipartimento PR, i quali gli hanno detto che stava violando la privacy di Zuckerberg e doveva smettere di fare foto al miliardario. Stern sostiene che il modo in cui è stato condotto l’incontro era una sorta di “intimidazione”, sebbene non siano state fatte minacce dirette.

In seguito allo scandalo sulla privacy di Facebook in cui i dati personali di circa 87 milioni di utenti sono stati venduti a una società di consulenza politica, ora il fotografo accusa Zuckerberg di ipocrisia.
“È ironico che Zuckerberg faccia di tutto per proteggere la sua privacy, quando invece quella di milioni di persone non sembra essere stata in cima alla lista delle sue priorità”, ha detto al DailyMail. 

“Non ho mai invaso la sua privacy, ho sempre scattato delle foto solo quando era in pubblico e faceva cose normali, come camminare con il cane. Stava diventando un personaggio pubblico, per cui le persone erano interessate di sapere chi fosse”.
“Anzi, erano foto accattivanti, specialmente quelle con i cani, poiché mostravano che, nonostante fosse un miliardario, non lo spaventava fare il lavoro sporco”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other