Marò, l’Italia ha deciso di procedere con l’arbitrato internazionale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Maggio 2015 11:51 | Ultimo aggiornamento: 5 Maggio 2015 11:51
Marò, l'Italia ha deciso di procedere con l'arbitrato internazionale

Marò

ROMA – E’ a una svolta decisiva il caso dei due marò. Il governo italiano ha deciso di procedere con l’arbitrato internazionale sul caso legato a Salvatore Girone e Massimiliano Latorre.

Lo riporta oggi il Corriere della Sera, secondo il quale, entro la metà di giugno, se non prima, Roma “ritirerà la proposta che aveva fatto all’India per una soluzione negoziata” e “comunicherà al governo di Nuova Delhi l’intenzione di procedere con un contenzioso per stabilire la giurisdizione nella vicenda che coinvolge Salvatore Girone e Massimiliano Latorre”, cioè dove dovranno essere processati, se in India, in Italia o in un paese terzo.

“Siamo a una svolta – scrive il Corriere – se nel giro di pochi giorni Delhi non darà una risposta chiara all’offerta italiana, il caso prenderà la forma di un confronto pubblico e internazionale”. “Si sono create le condizioni migliori che ci siano mai state – riferisce al Corsera una fonte vicina alla trattativa – per procedere all’arbitrato”.