Muore per il coronavirus a 37 anni, sosteneva che le mascherine erano una “moda passeggera”

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 13 Luglio 2020 19:53 | Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2020 19:54
Muore di coronavirus a 37 anni, era contro le mascherine

Muore di coronavirus a 37 anni, sosteneva che le mascherine erano una moda passeggera

Aveva detto più volte che le mascherine non le avrebbe mai usate perché erano una moda passeggera. Pochi giorni fa è morto per il coronavirus.

Dall’Ohio, Usa, arriva la storia di Richard Rose, 37 anni, che era contro l’uso delle mascherine. 

Il 1 luglio è risultato positivo al coronavirus, il 4 è morto.

Rose aveva scritto sui social in più di una occasione che le mascherine erano una moda passeggera e non servivano a niente e che lui non le avrebbe mai usate.

Convinto sostenitore di Donald Trump, il 37enne diverse volte aveva ridimensionato il virus come lo stesso Presidente.

Parlava della pandemia come di una “trovata pubblicitaria”.

Come riportano i media Usa, Richard Rose si è probabilmente ammalato dopo esser stato in una piscina molto affollata senza rispettare le misure di sicurezza.

E’ contro la mascherina, muore di coronavirus

“Sono stato molto malato negli ultimi giorni. Sintomi di Covid-19. Questa mattina finalmente mi hanno fatto il tampone. Dovrei sapere presto quali sono i risultati.

Voglio solo sentirmi di nuovo bene”, il messaggio del 1 luglio sui social di Rose.

Poche ore dopo scriveva:

“Sono ufficialmente in quarantena per i prossimi 14 giorni. Sono appena risultato positivo al Covid-19. Avevo appena iniziato un nuovo lavoro”.

Rose aveva ammesso di avere grosse difficoltà respiratorie.

L’Ohio ha registrato oltre 65.000 casi confermati di Covid-19 con almeno 3.058 morti. (fonte 7News)