Matrimoni gay, ecco dove si può: Olanda, Belgio, Norvegia, Canada, Argentina…

Pubblicato il 5 Febbraio 2013 15:50 | Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio 2013 17:10
Matrimoni gay, ecco dove si può

Una manifestazione a favore dei matrimoni gay (Foto Lapresse)

PARIGI – Sei gay e vuoi sposarti? Puoi farlo in Olanda, Spagna, Canada, Sudafrica, Norvegia, Islanda, Svezia, Argentina, Messico, Belgio e Portogallo. Francia e Gran Bretagna ci stanno pensando, con leggi apposite al vaglio dei rispettivi Parlamenti (e sotto il fuoco di polemiche sempre accese), ma in molti Paesi europei e non solo il matrimonio tra persone dello stesso sesso è già una realtà. E spesso anche la possibilità di adottare un figlio. 

L’Olanda è stato il primo Paese, nell’aprile del 2001, ad aprire al matrimonio civile per le coppie gay con stessi diritti e doveri delle coppie etero, tra cui l’adozione.

In Belgio il matrimonio omosessuale è in vigore dal 2003, mentre il via libera alle adozioni gay è arrivato nel 2006.

Anche in Spagna dal luglio del 2005 è possibile sposare una persona del proprio sesso. E le coppie gay, sposate oppure no, possono adottare dei bambini.

In Portogallo una legge del 2010 ha abolito il riferimento a “sesso diverso” nella definizione di matrimonio, dando il via libera alle nozze tra persone dello stesso sesso. Non è legale, invece, l’adozione.

In Norvegia dalg gennaio del 2009 omosessuali ed eterosessuali sono equiparati davanti alla legge in materia di matrimonio, di adozione e di fecondazione assistita.

In Svezia dal maggio del 2009 le coppie gay possono sposarsi sia con matrimonio civile sia con matrimonio religioso. L’adozione era già legale nel 2003.

In Islanda le nozze gay sono legali dal 2010, ma il riconoscimento delle unioni omosessuali risale al 1996. Le adozioni sono legali dal 2006.

In Canada la legge sul matrimonio tra persone omosessuali è del luglio 2005, ma la maggioranza delle province canadesi autorizzavano già l’unione tra persone dello stesso sesso.

Il Sudafrica è diventato, nel novembre 2006, il primo Paese africano a legalizzare le unioni gay attraverso ”matrimonio” o ”partenariato civile”. Le coppie possono anche adottare.

L’Argentina è diventata, il 15 luglio del 2010, il primo Paese sudafricano ad autorizzare il matrimonio gay e le adozioni da parte di coppie dello stesso sesso.

In Messico le nozze gay sono possibili solo nella capitale, Città del Messico.

Negli Stati Uniti nove Stati e Washington Dc hanno legalizzato il matrimonio tra persone dello stesso sesso.