Matrimonio su Zoom, distanti 6mila km dicono “sì” davanti ad un computer. E’ la prima volta nella storia

di Caterina Galloni
Pubblicato il 8 Novembre 2020 11:20 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2020 15:04
Lia Tagliacozzo, insulti antisemiti e svastiche durante la presentazione del suo libro sulla Shoah su Zoom

Lia Tagliacozzo, insulti antisemiti e svastiche durante la presentazione del suo libro sulla Shoah su Zoom (foto Ansa)

Primo matrimonio nella storia su Zoom. Una coppia divisa dalla pandemia ha detto “sì” online. 

Scott Marmon e Agustina Montefiori, è la prima coppia al mondo a celebrare un matrimonio, legale, su Zoom, mentre vivevano in paesi diversi.

Separati per 10 mesi dalla pandemia hanno deciso di coronare ugualmente il sogno d’amore.

Marmon, 32 anni, vive a New York e Montefiori, 28, a Buenos Aires, si sono conosciuti a Denver nel 2017. Ma quest’anno, poiché Augustina è tornata a Buenos Aires, non si sono più incontrati.

A gennaio Scott le ha proposto di sposarlo e pianificato di trasferirsi a marzo in Argentina, prima che la crisi del Covid-19 chiudesse i confini.

Divisi dalla pandemia dicono sì su Zoom

La coppia non è stata in grado di riunirsi perché non erano sposati né parenti, per cui hanno deciso di celebrare le nozze su Zoom tramite videochiamata a distanza di 6.000 km.

Dallo Stato dello Utah, Scott e Augustina hanno ottenuto il permesso di sposarsi online davanti a un giudice. Al matrimonio a distanza hanno partecipato familiari e amici.

Ora Marmon potrà chiedere un visto di ricongiungimento familiare e finalmente potrà abbracciare Agustina. (Fonte: Daily Mail)