Medjugorje, Madonna appare migliaia di volte. Vaticano non ci crede ma…

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Giugno 2015 9:09 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2015 10:54
Medjugorje, Ruini consegna relazione inchiesta su veggenti a Papa Francesco

Medjugorje, Ruini consegna relazione inchiesta su veggenti a Papa Francesco

MEDJUGORJE – Decine di migliaia di apparizioni della Madonna segnalati a Medjugorje. Il Vaticano non ci crede, ma intanto ha istituito una commissione d’inchiesta per “valutare” le apparizioni. Non è dato sapere né su cosa si baserà la valutazione, né cosa c’è scritto nella relazione che il cardinale Camillo Ruini ha consegnato a Papa Francesco. Il Corriere della Sera, in un articolo a firma Gian Guido Vecchi, dice soltanto che il documento è stato consegnato e che le autorità ecclesiastiche “stanno prendendo una decisione”.

Dopo quattro anni di indagine il cardinale Ruini ha consegnato al Papa la relazione su Medjugorje, poi trasmessa al Sant’Uffizio. La commissione, incaricata di valutare le apparizioni della Madonna sulla collina Crnica in quel villaggio della Bosnia Erzegovina, era stata insediata da Benedetto XVI nel 2010. A gennaio scorso il cardinale Ruini ha consegnato il suo lavoro al Papa che proprio ieri, nel viaggio di ritorno da Sarajevo, si è complimentato con lui: “Hanno fatto un bel lavoro. Stiamo per prendere una decisione“, ha detto il Papa che ha indicato anche una data: la feria quarta, sessione di cardinali e vescovi della Congregazione per la Dottrina della fede, che si tiene l’ultimo mercoledì del mese.

Intanto Ruini, raggiunto dal Corriere della Sera, afferma che la commissione è tenuta al segreto istruttorio e dunque non è dato conoscere quale sarà il giudizio conclusivo che, naturalmente, spetta al Papa. Lascia intendere però che quella elaborata dal suo team di teologi ed esperti è una “proposta articolata“. Motivo per cui Gian Guido Vecchi sul Corriere ipotizza un’apertura:

5 x 1000

In Vaticano sembra farsi strada una soluzione prudente e ancora interlocutoria. Il Sismografo, un blog “interno” al Vaticano, scrive tuttavia che la soprannaturalità “non ha superato la verifica ecclesiastica”, prevede un “verdetto negativo” ma dice che Medjugorje rimarrebbe come “una realtà non riconosciuta ufficialmente”.

La commissione però ha senz’altro specificato l’alto flusso di pellegrinaggi e conversioni che il fenomeno ha generato dal 1981 ad oggi. A destare maggior sospetto è il numero delle apparizioni: tre dei sei veggenti di Medjugorje sostengono di vedere la Madonna tutti i giorni. Troppe rispetto ai casi ufficialmente riconosciuti dalla Chiesa, come Fatima o Lourdes.

E papa Francesco non è molto propenso a questo genere di “superstizioni”. Già a novembre 2013, ricorda il Corriere, mise in guardia i cattolici dallo “spirito di curiosità”:

“Ci dicono: ma io conosco un veggente che riceve lettere della Madonna, messaggi della Madonna! Ma la Madonna è Madre e ama tutti noi! Non è un capo ufficio della posta, per inviare messaggi tutti i giorni! Queste novità allontanano dal Vangelo, allontanano dallo Spirito Santo…”