Merryll Lynch: si sono spartiti 3,6 mld di dollari prima di essere “salvati” da Bank of America

Pubblicato il 7 Marzo 2009 17:14 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2009 15:25

L’influente sito giornalistico web americano “The Huffington Post” usa la parola italiana ”OMERTÀ”, tutta maiuscola,  come titolo per il suo articolo di apertura sulle difficoltà che il segretario alla giustizia dello stato di New York, Andrew Cuomo, sta incontrando nelle sue indagini su loschi traffici tra Bank of America e Merryll Lynch.

Cuomo ha scritto alla corte suprema statale chiedendole di respingere i tentativi che Bank of America sta compiendo per affossare la sua inchiesta.

Cuomo sta investigando sulla decisione di Merryll Lynch, che ha perso 15,8 miliardi di dollari nell’ultimo trimestre, di concedere bonus per un totale di 3,6 miliardi di dollari ai suoi massimi dirigenti pochi giorni prima che Bank of America la acquisisse salvandola dal fallimento.

Il segretario alla giustizia afferma che Merryll Lynch, ”in maniera prematura e segreta”, elargì i bonus ”con quella che sembra essere la complicità di Bank of America”.

Bank of America, il più grande istituto finanziario degli Stati Uniti – che ha ricevuto 45 miliardi di dollari dal ministero del Tesoro di Washington nel quadro degli aiuti per la ricapitalizzazione delle banche – ha in un primo momento offerto di collaborare con Cuomo, ma poi, secondo il segretario alla giustizia, si è tirata indietro.

Un portavoce della banca, Scott Silvestri, ha dichiarato che quest’ultima ”non ritiene che il segretario alla giustizia abbia la necessità di dare ai mezzi di informazione dati privati e personali al fine di portare avanti la sua inchiesta”.

Secondo le prime indagini di Cuomo, quattro dirigenti della Merryll Lynch hanno ricevuto bonus per 121 milioni, altri quattro per 62 milioni ed altri sei per 66 milioni. Ora il segretario alla giustizia intende scoprire a chi è andato il resto dei 3,6 miliardi.

LG