Messico, Fernando Sanchez Arellano: arrestato boss droga del cartello di Tijuana

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Giugno 2014 1:44 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2014 1:44
Messico, Fernando Sanchez Arellano: arrestato boss droga del cartello di Tijuana

Fernando Sanchez Arellano

CITTA’ DEL MESSICO – Fernando Sanchez Arellano, il boss del cartello della droga di Tijuana detto anche “El Ingeniero“, è stato arrestato il 24 giugno dall’esercito messicano a Tijuana, sulla frontiera con gli Stati Uniti. Arellano è considerato il boss del cartello di Tijuana, noto anche come cartello Arellano Felix, una organizzazione di narcotrafficanti fondata da suo zio Eduardo Arellano Felix.

La biografia di Sanchez Arellano si confonde con la storia stessa della banda che dirigeva: sua madre, Enedina Arellano, era considerata la “commercialista” del cartello di Tijuana, e lui stesso è diventato boss dell’organizzazione dopo che tre zii – Eduardo, Benjamin e Javier Arellano Feliz – sono stati arrestati e altri due, Ramon e Francisco Rafael, sono morti in scontri a fuoco.

Alleato della banda dei Los Zetas e nemico mortale dei Cartelli di Sinaloa e del Golfo, il Cartello di Juarez diventò potente verso la fine degli anni ’80, attraverso il suo spietato controllo del traffico della cocaina verso gli Stati Uniti dalla Baja California. E’ noto mondialmente grazie al film “Traffic” di Steven Soderbergh (2001) la cui trama alludeva agli scontri della banda narco con il Cartello del Golfo.