Messico: rapita l’unica poliziotta del paese, è caos a Guadalupe

Pubblicato il 28 Dicembre 2010 16:38 | Ultimo aggiornamento: 28 Dicembre 2010 16:58

Un commando armato ha sequestrato una donna poliziotto messicana, l’unico agente in servizio nel villaggio di Guadalupe, vicino a Ciudad Juarez, una zona controllata dai cartelli del narcotraffico a ridosso alla frontiera con gli Stati Uniti. Erika Gandara, 28 anni, è stata rapita nella propria abitazione da un gruppo di uomini armati giovedi’ scorso, rivelano fonti giudiziarie.

Il portavoce della procura dello Stato di Chihuahua, Carlos Gonzales, ha detto che la donna era l’unico agente in servizio dal giugno scorso a Guadalupe, cittadina di 9.000 abitanti, dopo che un suo collega era stato assassinato, altri sette agenti si erano dimessi e nessuno si era candidato per rimpiazzarli.

Guadalupe dista solo cinque chilometri dalla frontiera con gli Stati Uniti ed è stata teatro di numerosi episodi di violenza da parte delle bande di narcotrafficanti. Ieri, i banditi hanno sequestrato una funzionaria municipale assieme ad una sua nipote di 17 anni e prima di fuggire hanno incendiato la casa. Si calcola che la guerra tra i cartelli per il controllo del narcotraffico ha fatto oltre 30.200 morti negli ultimi quattro anni in Messico.