Messico: incinta di 9 bambini, partorirà il 20 maggio. Lei: “Un miracolo”

Pubblicato il 27 aprile 2012 18:26 | Ultimo aggiornamento: 27 aprile 2012 18:31

CITTA' DEL MESSICO, 27 APR – Ha gia' quattro figli, tra cui tre gemelli, e a maggio dara' alla luce altri nove bambini: sei femmine e tre maschi. La messicana Karla Vanesa Perez Castaneda, la cui eta' non e' stata rivelata e che si era sottoposta ad un trattamento di fertilita', ha deciso di rendere pubblico la sua vicenda per chiedere aiuti nel crescere la sua abbondante prole.

''E' un miracolo perche' avevo avuto i tre gemelli nel novembre scorso. Ma forse e' perche' non ho seguito la dieta che mi avevano raccomandato'', ha detto in televisione la donna con un sorriso. ''Il parto e' fissato per il 20 maggio, ma i medici mi hanno chiesto di cercare di resistere un altro po' perche' i feti si formino completamente e non abbiano bisogno di rimanere molto tempo nell'incubatrice'', ha aggiunto. Karla Vanesa vive ad Arteaga, un villaggio sperduto di Coahuila, in casa dei suoceri perche' lei e' disoccupata e il marito lavora solo saltuariamente.

''Non abbiamo assistenza medica, ne' pubblica ne' privata, ogni tanto riesco a farmi visitare da un medico, ma per il ricovero e le incubatrici avremo bisogno di appoggio, sia dalle autorita', sia da chiunque voglia aiutarci, e' l'appello lanciato dalla donna. ''Il mio primo figlio, che si chiama Juan Bernardo come il papa', ha quattro anni, ma lo aiuta gia' al lavoro, e ogni tanto portano a casa un po' di soldi''.

Dopo l'appello di Karla Vanesa, l'opinione pubblica si e' subito mobilitata: il sindaco di Arteaga, Ernesto Valdes Cepeda, ha gia' annunciato che il comune si fara' carico del ricovero nell'ospedale di una citta' vicina, Saltillo, e della spesa necessaria per le incubatrici, mentre il governatore dello stato, Ruben Moreira Valdez, ha convocato i sindaci degli altri comuni perche' facciano ognuno da padrino ad uno dei nove neonati. La moglie Laura si e' recata personalmente ad Arteaga con il medico di famiglia per visitare la donna.

Il grande timore dei medici e' lo straordinario stress al quale sara' sottoposto il corpo della donna tenendo conto del fatto che ha avuto i tre gemelli appena sette mesi fa e con parto cesareo. ''La gravidanza e' stata normale anche se ho ancora una ferita dovuta al parto, ma ho fiducia che andra' tutto bene'', ripete da parte sua Vanesa.