Messico: psicologa killer, uccide e fa a pezzi il marito

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Dicembre 2014 9:41 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2014 9:41
Messico: psicologa killer, uccide e fa a pezzi il marito

Maria Alejandra Lafuente Casco e il marito

CITTA’ DEL MESSICO – Il tronco di un uomo è stato trovato il 6 novembre all’angolo di due strade a Città del Messico, nella delegazione di Cuauhtemoc. Più tardi lo stesso giorno gli arti superiori e inferiori, senza mani e piedi, sono spuntati in alcuni sacchi di plastica nera a circa 70 chilometri, nella delegazione di Tlalpan.

Incrociando i dati delle persone scomparse con i risultati delle analisi sui resti, gli inquirenti sono riusciti a risalire all’identità della vittima: Allan Carrera Cuellar, 41 anni. A ucciderlo è stata la moglie, Maria Alejandra Lafuente Casco, una psicologa.

La donna, che in un primo momento collaborò come testimone nelle indagini, non aveva mai denunciato la scomparsa. Anzi, per non insospettire i familiari del marito continuò per giorni a inviare sms dal suo cellulare. La testa e ciò che rimaneva di mani e piedi fu ritrovato nei pressi della casa della coppia, insieme ad una sega elettrica, lo strumento con cui la donna avrebbe fatto a pezzi il corpo.

Quando la psicologa si è sentita accerchiata dalle indagini, ha provato a sfruttare le proprie conoscenze professionali per farsi ricoverare in una casa di cura per malattie mentali, allo scopo di evitare il processo. Ora è accusata di omicidio aggravato dai legami di parentela.