Messico, coppia fermata con resti umani nel passeggino. Avrebbe ucciso almeno 10 donne

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 ottobre 2018 12:40 | Ultimo aggiornamento: 8 ottobre 2018 12:40
Messico, coppia fermata con resti umani nel passeggino. Avrebbe ucciso almeno 10 donne

Messico, coppia fermata con resti umani nel passeggino. Avrebbe ucciso almeno 10 donne (Foto archivio Ansa)

CITTA’ DEL MESSICO – Avrebbero ucciso e fatto a pezzi almeno dieci donne, forse molte di più: con questa accusa una coppia di Ecatepec, in Messico, è stata arrestata. I due, di cui si conoscono solo i nomi di battesimo Juan Carlos e Patricia, di 33 e 38 anni, sono stati fermati dalla polizia mentre trasportavano resti umani in un passeggino. 

Secondo quanto riferiscono alcuni siti latinoamericani i due avrebbero adescato le proprie vittime sui social network e poi, una volta incontratele, le avrebbero massacrate. 

La procura locale ha reso noto che dopo l’arresto della coppia, avvenuto giovedì a Ecatepec, gli investigatori hanno perquisito due edifici e hanno scoperto dei resti umani contenuti in otto secchi con una capacità di venti litri ciascuno e ricoperti di cemento. Altri resti umani sono stati trovati in un frigorifero, conservati in alcuni sacchetti di plastica. Il giudice ha ordinato l’incarcerazione dei due presunti assassini per tutta la durata dell’inchiesta, che punta ora a stabilire l’identità delle vittime. 

In Messico i femminicidi sono all’ordine del giorno: secondo le stime delle Nazioni Unite, ogni giorno nel Paese vengono uccise sette donne. L’organizzazione non governativa Semaforo Delictivo ha registrato 188 femminicidi solo nei primi tre mesi dell’anno, con un aumento del 18% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.