Messico, scontri narcos-polizia: 15 morti

Pubblicato il 6 Marzo 2010 21:27 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2010 21:27

I narcos combattono da quattro giorno contro la polizia. In Messico la guerriglia è costata la vita a due militari, cinque poliziotti e otto malviventi, tutti morti tra mercoledì e domenica in tre attacchi del crimine organizzato contro le forze di sicurezza degli stati messicani di Nuevo Leon e Michacan, rispettivamente nel nord e nell’ovest del Messico.

Tre poliziotti sono stati uccisi oggi in un’imboscata a San Nicolas de los Garza, città satellite di Monterrey. Presso il porto di Lazaro Cardenas, sul Pacifico, dei cecchini hanno aperto il fuoco ieri su cinque agenti della polizia federale uccidendone due e ferendo gli altri tre.

Due militari e otto malviventi sono rimasti uccisi mercoledì a Anahuac, in Nuevo Leon. Secondo il ministero della difesa che ne da oggi notizia, gli assalitori erano a bordo di sette automobili. Gli scontri dei cartelli della droga fra di loro e con la polizia hanno causato finora la morte di oltre 15 mila persone in tutto il Messico, dall’investitura del presidente Felipe Calderon nel 2006.