Messico, commando uccide 9 uomini. Svelati i trucchi dei narcos per passare il confine

Pubblicato il 27 Giugno 2010 8:14 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2010 15:00

Il camion fermato con la droga a bordo

Nove uomini sono stati uccisi da un commando armato che ha attaccato sabato sera un centro di disintossicazione nella città di Gomez Palacio, nello stato messicano di Durango. Lo hanno annunciato le autorita’ locali.

Intanto, emergono le nuove tecniche che i narcos utilizzano per passare il confine. Gli agenti della Border Patrol in pattuglia nel settore di El Paso (Texas) hanno deciso di eseguire un controllo di ì un camioncino qualsiasi, non diverso dalle decine che tagliano ogni giorno i territori vicini al confine con il Messico. Sul pianale una “balla” di fieno di forma cilindrica. A prima vista nulla di sospetto, ma dopo un controllo e una verifica, il veicolo è stato fermato ed ispezionato. Ecco la sorpresa: il rotolo di fieno era in realtà un involucro per celare una partita di droga proveniente dal vicino Messico.

Un altro modo per far passare la droga insieme alla merce umana rappresentata dai clandestini  quella di clonare il l veicolo dell’ente per l’energia elettrica per cercare di beffare la guardia di frontiera americana. Nascondono la droga nel doppiofondo, nei copertoni, all’interno dei serbatoi. I più scaltri arrivano anche a “clonare” i veicoli dell’ente per l’energia elettrica o di quelli per la manutenzione stradale. Stesso colore, stesse insegne, numeri del mezzo copiati: all’interno dei camion stupefacenti o immigrati clandestini.