Miami, ospedali pieni per il Covid. I più colpiti sono i giovani

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Luglio 2020 18:53 | Ultimo aggiornamento: 16 Luglio 2020 18:53
Miami, ospedali saturi per il Covid

Miami, ospedali pieni per Covid. I più colpiti sono i giovani (foto ANSA)

Gli ospedali di Miami hanno raggiunto il 95% della loro capacità a causa del crescente numero di casi di Covid-19.

A Miami la situazione legata al contagio da Covid è drammatica. Gli ospedali sono pieni, come ha riferito il sindaco Francis Suarez.

La categoria più colpita dal virus è composta da pazienti tra i 18 e i 34 anni, che rappresentano il 27% della popolazione.

Il primo cittadino ha aggiunto, denunciando, che i giovani “tornano a casa e infettando chiunque nel nucleo familiare”. 

Miami, in Florida, è considerata il nuovo epicentro della pandemia negli Stati Uniti, con numeri paragonabili alla città cinese di Wuhan, a gennaio, secondo quanto dichiarato di recente da Lilian Abbo, l’esperta di malattie infettive della Jackson Health System.

Florida, nuovo record di decessi

La Florida ha registrato un nuovo record di decessi per Covid-19 su base giornaliera: 156 nelle ultime 24 ore, secondo l’ultimo aggiornamento delle autorità sanitarie citato dai media americani.

Il totale delle vittime passa così a 4.677.

Il numero dei casi in quello che è diventato uno degli Stati più colpiti negli Usa ha superato la soglia dei 315 mila (315.775), con 13.965 contagi confermati nelle ultime 24 ore.

Negli Stati Uniti, solo ieri, i nuovi contagi erano stati 67.632. Superata la soglia dei 137mila morti. I decessi sono 137.357 su 3.495.537 casi. (fonti AGI, ANSA)