Miami: rapì, violentò e uccise ragazza di 18 anni, colpevole preso 10 anni dopo

Pubblicato il 29 settembre 2012 18:23 | Ultimo aggiornamento: 29 settembre 2012 18:24

Joel Lebron

MIAMI – Dopo 10 anni è stato arrestato il colpevole del terribile omicidio di Miami, dove un ragazzo ha prima rapito, poi stuprato e infine ucciso con un colpo alla testa una ragazza di soli 18 anni. Joel Lebron è stato condannato per aver ucciso l’adolescente Ana Maria Angelo nel mese di aprile del 2002, dopo che la giuria ha fatto trascorrere solo un’ora prima di deliberare.

Joel G. Lebron, 33 anni, è stato condannato per omicidio di primo grado, tentato omicidio di primo grado, rapina e sequestro di persona. Egli non ha mostrato alcuna emozione quando il verdetto è stato letto.

La polizia ha detto che Lebron e altri quattro uomini hanno rapito Ana Maria Angelo e il suo fidanzato, Nelson Portobanco, a mano armata, mentre la coppia stava facendo una passeggiata serale a South Beach.

Lebron ha anche accoltellato più volte Portobanco nel tentativo di ucciderlo, ma Portobanco è sopravvissuto. La ragazza invece, dopo essere stata costretta ad “esibirsi” col suo ragazzo, e a turno con i rapitori, è stata fatta inginocchiare prima di essere giustiziata.