Michele muore a 33 anni folgorato dall’amo da pesca. Era in vacanza in Messico

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Febbraio 2020 13:49 | Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio 2020 13:49
Michele muore a 33 anni folgorato dall'amo da pesca. Era in vacanza in Messico

Michele muore a 33 anni folgorato dall’amo da pesca (Foto Instagram)

CITTA’ DEL MESSICO – E’ morto folgorato mentre faceva quello che più amava: pescare. Domenica 16 febbraio Michele Arimondi, 33 anni, di Livorno era uscito in barca con i suoi amici a Puerto Escondido, in Messico, dove erano andati in vacanza. Ad un certo punto l’amo della lunga canna si è impigliato in un cavo dell’alta tensione.

La scarica elettrica è stata fortissima: Michele è morto all’istante. I suoi amici hanno potuto solo assistere inermi a quel che stava accadendo. 

“Non c’era anno che non decidesse nei mesi invernali, quando il lavoro glielo permetteva, di volare in America Latina a caccia dei paradisi marini più belli e pescosi”, ha raccontato al Corriere della Sera un amico di Michele.

Il giovane livornese amava il mare e vi aveva sempre lavorato a stretto contatto: prima come bagnino sulla spiaggia del Boccale, alla periferia di Livorno, poi come piccolo imprenditore rilevando un chiosco sulla stessa spiaggia.

Aveva partecipato a molte gare di pesca sportiva, e anche ai campionati italiani. Le autorità giudiziarie messicane hanno disposto l’autopsia sul corpo del giovane. Entro giovedì 20 febbraio sarà dato il nulla osta per il rientro della salma in Italia. (Fonte: Corriere della Sera)