Minaccia di mettere una bomba in una moschea: rischia 30 anni

Pubblicato il 21 Giugno 2012 23:09 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2012 23:41

NEW YORK, 21 GIU – Un uomo che aveva minacciato di mettere una bomba in un centro islamico e in una nuova moschea in Tennessee e' stato oggi incriminato dalle autorita' federali con due capi di imputazione, per cui rischia complessivamente fino a 30 anni di prigione.

Secondo quanto riferisce la Cnn citando un comunicato ufficiale, Javier Alan Correa, 24 anni, di Corpus Christi in Texas, chiamo' il centro islamico di Murfreesboro e' lascio' un messaggio in cui affermava, tra le altre cose, che ''l'11 settembre 2011 ci sara' una bomba nell'edificio''.

''L'incriminazione di oggi dovrebbe inviare un messaggio forte e chiaro'', ha detto ai giornalisti il procuratore del distretto centrale del Tennessee Jerry Martin. ''Il Dipartimento della Giustizia non tollerera' la violenza o le minacce di violenza contro la comunita' islamica di Murfreesboro'', ha detto ancora Martin notando che il cantiere per la costruzione di una nuova moschea a Murfreesboro e' stato in passato preso di mira piu' volte dai vandali''.