Miracoli del comunismo: in Vietnam sorge un Monte delle Croci

Pubblicato il 15 Gennaio 2010 17:29 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2010 17:29

Nel servizio di www.chiesa sulla diplomazia della Santa Sede, messo in rete il 14 gennaio, si dà notizia del “doppio gioco” del Vietnam, che “mentre tratta col Vaticano aggredisce i cattolici”. Nell’articolo si specifica che “L’Osservatore Romano” tace “diplomaticamente” tali aggressioni, per non danneggiare i negoziati con le autorità comuniste. Intanto però, la protesta pacifica con cui i cattolici vietnamiti hanno risposto all’abbattimento ad opera della polizia di una croce che sorgeva sulla collina di Dong Chiem, nei pressi di Hanoi, e a successivi atti di violenza, si è trasformata in un pellegrinaggio incessante di fedeli che salgono la collina per piantarvi le loro croci, piccole e grandi, di legno o di bambù…


Leggi l’articolo integrale su: Settimo Cielo